Intervista a Frederic Beausoleil

 
IMG_0322

Intervista a Frederic Beausoleil12 January 2018

Abbiamo incontrato Frederic Beausoleil il designer di tutte le collezioni Acuitis, nel nuovo franchising monomarca, il primo in Italia, nel centro di Gallarate.

Un concept store che lui stesso definisce uno smart store, un locale ampio e luminosissimo in cui le montature sono esposte su lunghi tavoli per permettere ai clienti di curiosare, toccare con mano gli occhiali per individuare il modello più adatto alle proprie esigenze.

2018-01-12-PHOTO-00000867

A livello espositivo Acuitis ha preso spunto dall’organizzazione tipica dei negozi di elettronica, in cui i prodotti sono messi in risalto dalle luci e sono esposti lungo tutta la superficie del negozio.

Frederic ci racconta che dietro alla filosofia di Acuitis il focus rimane forte sul cliente a cui vengono presentate diverse collezioni, con tutta la trasparenza di un prezzo definito. Acuitis infatti mostra il prezzo completo di montatura e lenti per permettere di capire e decidere in totale trasparenza quale occhiale risponde meglio alle sue esigenze.

Questa filosofia che pone il cliente al centro si rispecchia anche all’interno del punto vendita con un’attenzione puntuale, in Acuitis si viene accolti come ospiti.

Frederic progetta e disegna occhiali da oltre vent’anni, studia da ottico per seguire il business di famiglia, la mamma è stata la prima ottica  donna in Francia. Sceglie però dopo gli studi di trasferirsi a Parigi dove nel 1987 crea la sua prima collezione di occhiali.

La volontà di Frederic e la sua ambizione più grande è quella di trasmettere il valore e la ricerca che accompagnano le sue montature non solo al consumatore finale ma anche all’ottico. 

L’attenzione e la ricerca che guidano ogni sua creazione hanno permesso di produrre numerose collezioni donna e uomo, che riescono ad accontentare qualsiasi gusto ed esigenza. Frederic ha una passione e una cura molto marcata per i materiali che propone, con una particolare attenzione per la natura e il rispetto dell’ambiente. Per questo alcune montature sono in acetato di cellulosa composto per l’80% da fiori di cotone, inoltre, una collezione 100% biodegradabile conquista anche gli animi più eco.

Non mancano materiali invece più ricercati come il corno, proveniente dall’India per non rischiare di incentivare il bracconaggio, o la collezione in bambù la cui tecnologia rende questi occhiali non solo ricercati ma anche estremamente comodi e flessibili.

Alcuni modelli sono stati creati in grafite, l’ispirazione è arrivata durante un giro al Fuori Salone di Milano all’interno di un negozio di cucine, perché gli spunti che lo guidano provengono dalla sua innata curiosità che lo spinge a domandare e a cercare soluzioni laterali.

2018-01-12-PHOTO-00000870

Abbiamo chiesto a Frederic perché nonostante la ricercatezza di forme e materiali le sue montature continuassero ad avere prezzi abbordabili. La risposta è semplice eppure molto ambiziosa: rispetto agli altri accessori di moda gli occhiali hanno un ciclo di vita molto più lungo, circa 3 anni. Frederic vorrebbe che le persone avessero la possibilità di cambiare la propria montatura a seconda dell’umore, dell’occasione, dei colori del nostro abbigliamento. Questo cambiamento è possibile solo se i clienti possono affrontare la spesa che comporta tale scelta.

In seguito, Frederic ci mostra il suo angolo preferito del negozio una parete dedicata ai modelli iconici di grandi personaggi del passato la cui montatura è entrata nell’immaginario e ne completa lo stile personale.

Ray Charles, Marcello Mastroianni, Audrey Hepburn  e molti altri accompagnati da occhiali entrati nell’immaginario di tutti noi. Alcuni di questi modelli, come per esempio quello di Ray Charles, disegnato personalmente da Frederic.

2018-01-12-PHOTO-00000869 2018-01-12-PHOTO-00000868

L’ultimo angolo del negozio che visitiamo è la zona dove è possibile effettuare un esame dell’udito con un audioprotesista professionista. Grazie ad un impianto di altissima tecnologia e a prodotti innovativi, come gli occhiali con la protesi audio incorporata, che permettono di nascondere all’interno della stecca degli occhiali l’impianto, il centro risulta estremamente all’avanguardia.

Vi abbiamo svelato alcuni dei segreti dietro al concept store di Acuitis, non vi resta che passare a vedere con i vostri occhi in via Alessandro Manzoni 13 a Gallarate.