Yoga per gli occhi: 7 tecniche per il benessere visivo

 
shutterstock_88492120

Yoga per gli occhi: 7 tecniche per il benessere visivo09 February 2018

Lo stile di vita contemporaneo impone ai nostri occhi una continua sovraesposizione luminosa. La maggior parte della giornata la passiamo davanti ad un monitor, sotto luci artificiali spesso troppo fredde e forti. Finite le ore lavorative, siamo esposti alle luci della città, ai cartelloni pubblicitari e spesso continuiamo anche la serata davanti ad uno schermo. Tale stress luminoso è davvero tanto per i nostri occhi che spesso avvertiamo stanchi e affaticati. Potremmo avere sintomi di bruciore, occhi secchi e dolore alla testa.

Una prima importante pratica è quella di tenere monitorato il benessere visivo con regolari controlli. Inoltre, esistono alcuni semplici esercizi che aiutano a trovare sollievo in caso di affaticamento oculare. Chiamato yoga per gli occhi è un metodo elaborato dal dottore giapponese Kazuhiro Nakagawa. Si basa sull’assunto che la capacità visiva non dipende solo dagli occhi ma risiede nel cervello: grazie ad alcuni semplici esercizi vista e capacità cognitive trarrebbero grandi benefici.

Come fare? Ecco le 7 semplici tecniche:

1. Per mantenere un sano movimento oculare, posizionare l’indice di fronte agli occhi e senza distogliere l’attenzione dal dito avvicinarlo a poco a poco verso gli occhi, in questo modo la tensione avvertita dagli occhi aumenta. Nel momento in cui allontaniamo lentamente il dito, gli occhi si rilassano ed eviteranno di convergere.

2. Per chi soffre di miopia: appendere un calendario su una parete e posizionarsi ad una certa distanza. Tenere il palmo della mano a circa 30cm di distanza dagli occhi, poi guardare alternativamente il calendario e il palmo. Cominciare con uno spostamento ogni 3 secondi e poi aumentare a poco a poco la velocità riducendo il numero di secondi. Ripetere per 20-30 volte.

3. Per defaticare gli occhi dopo una giornata davanti allo schermo: chiudere gli occhi per 10 secondi, aprirli e guardare in alto per altrettanti 10 secondi. Chiudere nuovamente gli occhi. Ripetere aprendo e chiudendo gli occhi guardando anche in basso, a destra e sinistra mantenendo intervalli di 10 secondi. Svolgere la sequenza 2 volte.

4. Per riattivare la circolazione, sbattere le palpebre per aumentare la lacrimazione e picchettare delicatamente con le dita le palpebre.

5. Per potenziare la capacità di concentrazione, un utile esercizio consiste nello scrivere numeri da 3 a 7 cifre su righe diverse. Lo scopo è quello di memorizzare i numeri cominciando dalla riga più in alto, guardando il numero per non più di un secondo e riscrivendolo senza guardare. Ad ogni errore si ricomincia da capo. Più cifre e righe di numeri si ricorderanno e più la memoria starà migliorando.

6. Per migliorare la coordinazione occhio- cervello, provate a giocare a carta, forbice, sasso in solitario. Tendere le mani e imporsi di far vincere la mano destra. Successivamente cambiare consapevolmente la mano vincente per variare l’esercizio. Più i gesti sono rapidi e corretti e più il nostro cervello è giovane.

7. Per mantenere un sano movimento oculare: stretching e bagni caldi aiutano la circolazione sanguigna, anche degli occhi.

Insomma, semplici esercizi e tecniche che possiamo iniziare a fare senza sforzo. Tentar non nuoce!