OTTICO DEL MESE

Com’è cominciata la tua avventura nel mondo dell’ottica?
Per caso; cercavo lavoro come commessa e un’amica mi ha consigliato di portare il mio cv in un negozio di ottica rinomato…mai avrei pensato di poter lavorare all’interno di un punto vendita di ottica (credevo assumessero solo figure diplomate in ottica). E’ stato amore “a prima vista”. Ho iniziato come venditrice e poi, la curiosità di comprendere come funziona la vista e come le lenti potessero migliorarla, mi ha spinto a studiare.

Come definiresti in 3 parole la tua attività?
La ricerca della soluzione specifica per l’esigenza visiva di ogni cliente; empatia, professionalità e gentilezza

Chi sei al di fuori da Ottica Flavia?
In realtà io sono io anche fuori. Forse solo con un pizzico di “pazzia” in più

Il bello del tuo lavoro?
La soddisfazione di vedere il sorriso negli occhi dei clienti quando ti dicono: finalmente ci vedo!!!

Il tuo ricordo più bello?
Il giorno in cui ho preso il diploma di ottico

Cosa cambieresti?
Niente! Ogni esperienza precedente, positiva e negativa, sono servite a portarmi dove sono ora.

Il cliente peggiore?
In realtà non esiste il cliente peggiore, ma sono sempre dispiaciuta quando non riesco ad accontentare qualcuno…però credo che nessuno abbia la bacchetta magica. La cosa che conta è mettercela sempre tutta e dare il massimo che si può.

I tuoi hobby?
Lunghe passeggiate da sola o con i miei cani immersa nella natura; cinema; la buona tavola in ottima compagnia

Un sogno nel cassetto?
Diplomarmi in optometria per ampliare le mie competenze entro il 2025