La saggezza cinese per il benessere visivo

Intorno ai quarant’anni può insorgere un peggioramento della vista dovuto alla naturale perdita di elasticità da parte dell’occhio.

Esistono, però, degli esercizi che, secondo la medicina olistica cinese, se eseguiti con regolarità possono contribuire a ritardare questo problema. 

Prima di cominciare occorre, come per tutti gli esercizi, un po’ di riscaldamento. 

Esegui per dieci volte ciascuno dei seguenti movimenti degli occhi:

– a destra e a sinistra

– in alto e in basso

– in diagonale, dal basso a destra verso l’alto a sinistra e viceversa

– in modo circolare, orario e antiorario

Una volta terminato, strofina delicatamente le palpebre e posiziona i palmi delle mani sugli occhi per farli riposare per un paio di minuti.

Finito il riscaldamento, è il momento di passare agli esercizi:

  1. Posiziona gli indici o i medi sulle tempie, su entrambi i lati degli occhi e comincia a massaggiare attraverso movimenti circolari in senso orario e antiorario alternatamente per due minuti.
  2. Spostati poi verso le orbite compiendo un movimento circolare per altri due minuti. Massaggia delicatamente sia la parte superiore, sia quella inferiore, per poi passare sul ponte del naso usando l’indice e il medio.
  3. Chiudi gli occhi e, con entrambe le mani, massaggia le parti laterali della testa, nel punto in cui il cranio si incontra con il collo. Questo ha lo scopo di alleviare lo stress e procurare uno stato di rilassamento.
  4. Adesso sorridi e posiziona le dita dagli angoli della bocca al punto accanto alle narici, quindi premi leggermente per trenta secondi.
  5. Infine individua l’incavo tra i bulbi oculari e le sopracciglia aiutandoti con i pollici e appoggia le altre dita lungo l’attaccatura dei capelli. Premi delicatamente i pollici verso l’alto e massaggia la fronte verso il basso per due minuti.

Ricorda che ogni esercizio deve essere eseguito su entrambi i lati contemporaneamente e con movimenti regolari.